Salvatore Murana

La Storia

Da sei generazioni vignaioli di Pantelleria
Salvatore Murana ha sempre avuto la passione per il vino, sin dall’infanzia ha respirato, visto, vissuto vendemmia e vinificazione. Questo “amore infantile” è divenuto, intuitivamente prima e consapevolmente poi, “scelta di vita”. Nasce così negli anni 70 il primo nucleo di quello che diventerà poi l’Azienda agricola Salvatore Murana Vini.
Da sei generazioni di vignaioli “panteschi” dedicano anima e corpo, prima alla coltivazione dell’uva Zibibbo e poi alla sua produzione vinicola.
Il principio fondamentale dell'azienda è assimilare la cultura fatta di rispetto per il proprio territorio e sensibilità per il dialogo con la natura, portando avanti un equilibrato connubio fra le nostre tradizioni contadine e le innovative competenze enologiche.

 

Le Terre

I vigneti secolari di Salvatore Murana si estendono attualmente su circa 17 ettari di terra, di origine vulcanica giovanissima, in località dell’Isola diverse per condizioni climatiche e geologiche: Martingana ,Gadir, Mueggen, Khamma, Coste, Ghirlanda e Barone. Terreni specifici con caratteristiche peculiari per produzioni specifiche, accomunati dalla personalità e dal carattere del produttore stesso.

Il Prodotto

Salvatore Murana definisce così il suo prodotto: “E’ il respiro profondo del vulcano, è la passione antica che ci spinge nell’andare avanti ma nel contempo condiziona tutte le scelte, che quotidianamente, stagione dopo stagione, sempre con lo stesso entusiasmo ci spingono, alla continua ricerca dell’eccellenza enologica, in grado di esaltare a pieno le caratteristiche tipiche del nostro territorio”.
 I vini prodotti sono, infatti uno dei pochi casi in cui si può dire che è il territorio a diventare il soggetto stesso in discussione! Assaggiando questi prodotti, si può ritrovare Pantelleria nel suo più complesso aspetto organolettico, non si tratta più soltanto di vino, ma poesie versate nel bicchiere.